TERZO SETTORE: il Governo ci aiuta … coi nostri soldi!!!

 - 

Dopo le rimostranze di associazioni e cooperative sociali avanzate a fronte della palese dimenticanza di tutto il Terzo Settore nel “DL Aiuti bis”, il Governo ci mette una toppa: tre giorni fa ha stanziato 120 milioni di Euro per aiutare volontariato e associazionismo, ma riducendo, quindi di fatto prelevando, 100 Milioni dal Fondo per le politiche in favore delle persone con disabilità!!!!

A una settimana dalle elezioni politiche del 25 settembre, forse vale la pena riflettere anche sulla considerazione che le forze politiche hanno delle realtà di Terzo Settore. I programmi elettorali di buona parte dei partiti ne accennano “en passant”; altri, nemmeno lo menzionano; per alcuni, fortunatamente pochi, sarebbero da eliminare.

Eppure questo mondo, ancora una volta dimenticato dal Decreto Aiuti emanato in favore della ripresa economica e delle imprese del nostro Paese, contribuisce per il 5% al PIL nazionale, offre 900 mila posti di lavoro, conta 6 milioni di volontari, eroga servizi essenziali in diversi campi raggiungendo almeno 7 milioni di persone, in particolare le più vulnerabili.

Un’impresa, quella del “sociale”, che dovesse fermarsi anche solo per un giorno, magari per scioperare come altre categorie per rivendicare i propri sacrosanti diritti o chiedere un trattamento paritetico con le altre realtà economico-produttive, metterebbe in ginocchio l’intero Paese.  

Restano ancora alcuni giorni da qui al 25 settembre nei quali attendiamo parole chiare in merito da parte dei candidati; dopo di che, in assenza di fatti, chissà che per una volta tanto il nostro senso di responsabilità e la nostra infinita pazienza non lasci per un attimo il passo ad una incazzatura generale e alle sue conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.