5 x mille, una firma contro lo scippo di Stato

In due anni, il 2010 e il 2011, lo Stato italiano ha sottratto ben 172 milioni di Euro al 5 x mille. I fondi che i cittadini hanno liberamente destinato a singole realtà associative con questo meccanismo voluto per sostenere le realtà di Terzo Settore del nostro Paese, anche a seguito dei ripetuti tagli alla spesa sociale “giustificati” dagli utlimi Governi con la carenza di risorse e la crisi economica imperante, sono stati decurtati dalla Stato nel 2010 di 80 milioni di Euro e nel 2011 di ben 92,8 milioni di Euro.

Alla penalizzazione dovuta al “tetto” massimo imposto con le finanziarie e le leggi di stabilità succedutesi negli anni, alla precarietà dovuta alla mancata definitiva stabilizzazione di questo meccanismo, grazie ad un’iniziativa del senatore Luigi Bobba si è scoperto che lo Stato ha barato sui conti e sottratto le somme citate tacendo il tutto nei confronti dei contribuenti.

Ora il settimanale VITA ha  lanciato una petizione per porre fine a questa vergogna e chiedere che il 5 x mille diventi subito legge dello Stato.

Firma anche tu sottoscrivendo la petizione al seguente link:

www.vita.it/non-profit/5×1000/5-per-mille-una-firma-contro-lo-scippo-di-stato.html