Chi realmente governa il mondo?

Il primo fine settimana di giugno, la cittadina di Chantilly situata in Virginia USA ha ospitato l’edizione 2012 dei cosiddetti  Bilderberg Meetings. Si tratta, per chi ancora non lo sapesse, del riunirsi di un club alquanto esclusivo composto da circa 150 influenti personalità attive nei mondi bancario, politico, economico mediatico, istituzionale e nelle organizzazioni internazionali “che contano” come FMI e OMC, provenienti da USA, Canada e Europa – peraltro già ampliata a Turchia e Russia.

Come consuetudine, i Bilderberg Meetings si tengono alla vigilia di importanti vertici internazionali, in questo caso prima del prossimo Vertice dei G20 che si svolgerà a Los Cabos – Messico dal 18 al 20 giugno e, sino ad oggi, la composizione dei partecipanti e la lista completa degli invitati è sempre stata secretata. Da qui la novità: grazie alla decisione assunta da un famoso giornalista americano invitato all’incontro – Jim Tucker della American Free Press – di pubblicare la lista completa dei partecipanti oggi abbiamo la possibilità di sapere chi, come spesso sottolineato, ha il privilegio di prendere parte a ciò che viene da molti considerato il vero summit di chi decide le sorti del mondo. Così, per noi italiani ad esempio, è possibile prendere coscienza di chi sono i cinque prescelti a “rappresentare” i nostri colori a tali riunioni (John Elkann, Franco Bernabé, Fulvio Conti, Lilli Gruber e  Enrico Letta) e farsi un’idea di chi in patria come a livello internazionale è chiamato a dire la sua.

E, forse, decidere se stare dalla parte di chi pensa che siano queste gli ambiti dove si decidono le sorti del pianeta oppure schierarsi con altri convinti che da una simile accozzaglia di persone pur influenti ma diverse e riunite per soli due o tre giorni non si debba temere granchè.