Rio+20 – Ban Ki Moon: deludenti i risultati conseguiti dai negoziatori

Alla fine interviene anche il Segretario Generale delle Nazioni Unite per sollecitare un’accelerazione dei negoziati i corso nell’ambito del Comitato Preparatorio della Conferenza sullo sviluppo sostenibile che tra poco più di 20 giorni alzerà il sipario a Rio de Janeiro.

L’ostruzionismo di alcuni Paesi con in testa gli USA, non consentono ad oggi di intravvedere un esito positivo della Conferenza che, a distanza di 20 anni da quella epocale tenutasi sempre nella capitale brasiliana, rischia addirittura di compiere passi indietro rispetto all’Agenda e al piano di azione adottati nel 1992.

“Sono deluso dai negoziati. Non stanno avanzando con la dovuta velocità.” queste le parole con le quali senza mezzi termini Ban Ki Moon irrompe nei lavori delle diplomazie spronando le delegazioni degli Stati ad assumere responsabilmente il compito di garantire la sostenibilità del futuro alle prossime generazioni e una vita dignitosa a quelle presenti.

il giudizio pressoché unanime delle Organizzazioni di società civile internazionali impegnate nel percorso preparatorio della Conferenza è che ad oggi, ciò che sta sul tavolo a Rio è vergognosamente inadeguato e solo un colpo di reni dei negoziatori e il ravvedimento dei Governi resistenti ai necessari cambiamenti potranno scongiurare il rischio dell’ennesimo scacco inferto al multilateralismo dalla prepotenza di Stati che ancora si illudono di potersela cavare da soli. magari continuando a sfruttare gli altri.

(SEGUI GLI AGGIORNAMENTI NELLA SEZIONE DI QIUESTO SITO “DOSSIER” ALLO SPECIALE RIO+20).